Mission

Biologico locale

Seta 2.0 – il futuro delle tradizioni

Punto Informativo e di vendita

Aula didattica formazione

Un orto urbano innovativo


SETÀP è un orto urbano innovativo in piena osmosi con la città Abbiamo 4 idee (molto sexy) da coltivare in campo, e stiamo cercando di avviare le giuste sinergie per realizzarle, le nostre idee.

 Recuperare le tradizioni seriche del Comune di Rovereto: in collaborazione con il Comune di Rovereto e l’Università di Trento, vogliamo riscoprire questa antica tradizione Roveretana. Per ora abbiamo piantato circa 500 gelsi di 8 specie diverse e su terreni diversi, per capire quale di questi meglio si adatta al nostro territorio. Il prossimo passo è quello di partire con un allevamento sperimentale di bachi (estate 2022) per avere la prima seta biologica prodotta interamente in Trentino!

 Promuovere la diffusione del biologico locale, rendendo viva l’esperienza e la relazione diretta produttore – consumatore. L’idea è quella di aprire qui un punto vendita di mangiotrentino.it attivo settimanalmente con un tecnico che risponderà a dubbi, perplessità, chiarimenti, curiosità in merito alle coltivazioni biologiche e alla biodiversità orticola (aprile 2022).

 Creare un’area relax all’interno di Setàp, dove promuovere la formazione costante per un consumo di cibo biologico e consapevole, attraverso attività conviviali, come aperitivi settimanali a contatto con i produttori locali e altri momenti proposti da esperti coltivatori, fra cui Marco Manfrini collaboratore esperto di sidro, coltivazione dei meli e pommelier certificato. L’Orto sarà aperto al pubblico a partire dalla primavera 2022.

 Realizzare un recupero intelligente dell’area urbana con la coltivazione della biodiversità sia vegetale che sociale. Creare un luogo aperto e innovativo sia nei modi che nella forma. Vogliamo restituire l’area alla città, aprendo un aula didattica all’aperto attiva tutto l’anno, per sviluppare dei percorsi di formazione con adulti e ragazzi. Già dall’autunno 2021 abbiamo attivato  è prevista l’attivazione progetti scolastici rivolti agli istituti formativi della Comunità della Vallagarina. Questa attività sarà ampliata con il passare del tempo.